News

News


Svizzera: il tasso ipotecario resta fissato all’1,5%

03/06/2019
L’indice in base al quale vengono determinati gli affitti in tutta la Svizzera rimarrà invariato almeno fino a settembre, lo ha comunicato l’Ufficio federale delle abitazioni

Il tasso ipotecario di riferimento, in base al quale vengono determinati gli affitti in tutta la Svizzera, rimane fermo all’1,5%.

Un comunicato dell’Ufficio federale delle abitazioni (UFAB) segnala che rispetto al trimestre precedente questo indicatore - si tratta di un tasso d’interesse medio ponderato secondo il volume dei crediti - è sceso dall’1,45% all’1,43%: per effetto dell’arrotondamento commerciale non subisce quindi variazioni. L’UFAB precisa che potrà essere ritoccato verso il basso o verso l’alto solo se scenderà sotto l’1,38% o supererà l’1,62%.
Il tasso è fermo all’1,5% dal 2 giugno del 2017: visto che dall’ultima pubblicazione trimestrale non sono stati registrati mutamenti, «non sussiste il diritto ad aumenti o a diminuzioni delle pigioni», afferma l’UFAB. Se un contratto di locazione prevede attualmente una pigione non stabilita secondo il tasso di riferimento vigente può però essere chiesta una riduzione. Il diritto ad un adeguamento può anche derivare da variazioni legate all’inflazione e ai costi di manutenzione.

Il tasso ipotecario di riferimento per la determinazione delle pigioni è stato unificato in tutta la Svizzera nel settembre del 2008 e ha sostituito quello precedentemente determinante nei singoli Cantoni per le ipoteche a tasso variabile. Viene rilevato a ritmo trimestrale. La prossima valutazione è prevista per il 2 settembre 2019.




          Invia tramite Email